Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Fermare il legno illegale. L'illegalità nel settore forestale: il caso africano

Pubblicazione - 1 febbraio, 2003
Il traffico di legno illegale che, secondo stime dell'OCSE, vale 150 miliardi di dollari l'anno, è un problema molto serio che si inquadra nel fenomeno più generale della deforestazione. Questo rapporto, pubblicato nel febbraio del 2003, si concentra sul caso emblematico del continente africano, dove il traffico del legno è molto spesso per diverse ragioni illegale.

Download document

Executive summary: In questo settore l'illecito può essere di due tipi: può riguardare il taglio degli alberi in senso stretto (taglio di specie protette da legislazioni nazionali e internazionali, violazione dei termini delle concessioni governative, attività estrattive compiute all'interno di aree protette) o può essere di tipo contabile, con l'obiettivo dell'evasione fiscale (sottoclassificazione, sottomisurazione e sottovalutazione del legno).

Il taglio illegale di legname non rovina soltanto gli ecosistemi, ma destabilizza il mercato, ostacolando la diffusione di modelli di gestione forestale sostenibili: l'immissione sul mercato di stock di legname a basso prezzo determina, infatti, un effetto dumping in virtù del quale lo sfruttamento sostenibile delle foreste diventa un'opzione economicamente svantaggiosa.

La diffusione del legno illegale è anche sintomo della mancanza di scrupoli in larghe parti del mercato internazionale del legno. Essendo un fenomeno assai complesso, che coinvolge diversi soggetti - fornitori, acquirenti ed intermediari - è necessario un impegno straordinario per sradicarlo: la lotta al legno illegale è un primo necessario passo per fermare la distruzione delle foreste primarie e promuoverne un utilizzo sostenibile dal punto di vista ambientale.

Num. pages: 22

Categorie