Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Tra la fine degli anni '90 e il 2003, il traffico di armi verso la Liberia, bandito dall'Onu, ha cominciato a seguire le rotte commerciali del legno. Tra il 1998 e il 2000, la produzione liberiana di legno è cresciuta a dismisura per mantenere l'eserc...

Foto | 7 giugno, 2006

Tra la fine degli anni '90 e il 2003, il traffico di armi verso la Liberia, bandito dall'Onu, ha cominciato a seguire le rotte commerciali del legno. Tra il 1998 e il 2000, la produzione liberiana di legno è cresciuta a dismisura per mantenere l'esercito, le diverse milizie e le unità da combattimento come l'Anti Terroristic Unit [ ATU ] e la Special Operation Division [ SOD ], entrambe accusate da Amnesty International e dalla Commissione Cattolica Giustizia e Pace di violazione dei diritti umani e di uccisioni extragiudiziali di civili.

Categorie